Quattro anni di Papa Francesco: gli auguri dei vescovi polacchi nell’avvio della 375ma plenaria

14-03-2017

“Auguriamo a Papa Francesco di trovare nella Chiesa e nel mondo la comprensione e l’obbedienza non solo fra dei poveri materialmente, per i quali è diventato un vero padre e tutore, ma anche fra i poveri di spirito, ammagliati dalle illusioni mondane di ricchezza materiale ed intellettuale”.

Così l’arcivescovo di Varmia (nel nord-est della Polonia) monsignor Jozef Gorzynski, nell’omelia pronunciata in occasione del quarto anniversario del pontificato e in concomitanza con l’inizio della 375ma plenaria della Conferenza episcopale polacca, durante le celebrazione tenuta questo pomeriggio in una delle basiliche della capitale polacca.

Alla liturgia, presieduta dal nunzio apostolico in Polonia monsignor Salvatore Pennacchio, hanno assistito tutti i partecipanti alla plenaria nonché numerosi fedeli, religiosi e laici.

In un messaggio augurale inviato al Papa in mattinata, i vescovi hanno espresso il convincimento che la presenza di Francesco “premurosa, piena di tenerezza e paterna” sia “un segno concreto di premura e di presenza di Dio nel mondo”.

La plenaria dell’episcopato polacco, indetta per il 13 e il 14 marzo, è dedicata all’Esortazione apostolica “Amoris Laetitia” e soprattutto agli aspetti inerenti all’accompagnamento pastorale dei coniugi che dopo il fallimento dell’unione sacramentale vivano con i partner nuovi.

Ai lavori partecipano i rappresentanti delle Conferenze episcopali di Albania, Francia, Cuba, Moldova, Germania e molti altri Paesi. Domani, i vescovi esamineranno la questione degli aiuti alle vittime del conflitto nel Medio Oriente, e le iniziative a loro favore da parte della Caritas polacca.

agensir.it

Fot. Eliza Bartkiewicz/flickr.com/episkopatnews