Comunicato 359a Assemblea Plenaria della Conferenza Episcopale Polacca

03-10-2012

Varsavia, 3 ottobre 2012

1377

Il 2 ed il 3 ottobre 2012 i vescovi si sono riuniti nella 359a Assemblea Plenaria della Conferenza Episcopale Polacca sotto la guida dell’arcivescovo Józef Michalik. Alla riunione ha partecipato l’Arcivescovo Celestino Migliore, Nunzio Apostolico in Polonia. Durante l’incontro si è proceduti alle elezioni dei membri del Consiglio Permanente e di altri organismi della Conferenza Episcopale Polacca. L’assemblea ha riguardato gli attuali impegni pastorali della Chiesa in Polonia.

1. I vescovi ricordano che l’11 ottobre c.a. la Chiesa dà inizio all’Anno della Fede. Il Santo Padre Benedetto XVI ci invita a “riscoprire i contenuti della fede professata, celebrata, vissuta e pregata, e riflettere sullo stesso atto con cui si crede” (Benedetto XVI, Porta fidei, 9). I vescovi invitano i fedeli a partecipare alle inaugurazioni dell’Anno della Fede nelle diocesi e nelle parrocchie ed esortano le singole comunità a compiere una solenne professione di fede.

2. Nell’ambito delle celebrazioni dell’Anno della Fede si inserisce il programma pastorale della Chiesa in Polonia a partire dalla Ia Domenica di Avvento, il cui pensiero espresso dalle parole del vangelo “Essere il sale della terra” ci induce ad intraprendere l’opera della nuova evangelizzazione. Su questo tema si pronuncerà il prossimo Sinodo dei Vescovi a Roma. Raccomandiamo a Dio questi eventi importanti con la preghiera del rosario.

3. I vescovi hanno accolto con gratitudine le reazioni positive sia in Polonia, che in Russia fino a tutta l’Europa per la firma dell’Appello Comune ai Popoli di Russia e Polonia. Il Santo Padre Benedetto XVI ha espresso il proprio riconoscimento, rivolgendosi ai polacchi durante l’Angelus del 19 agosto 2012. I vescovi sono fiduciosi che questo messaggio darà buoni frutti verso la riconciliazione tra i due popoli.

4. I Pastori della Chiesa in Polonia esprimono la propria solidarietà con i cristiani perseguitati in molte regioni del mondo. Richiedono la cessazione delle terribili violazioni al diritto alla libertà di religione. Suscitano inoltre preoccupazione i comportamenti e gli atteggiamenti contro la Chiesa che si manifestano nella nostra società.

5. Il 14 ottobre vivremo la XIIa Giornata del Papa: “Giovanni Paolo II – Il Papa della famiglia”. Ricordando l’insegnamento e la risolutezza del Santo Padre per il bene della famiglia, ci appelliamo a tutte le persone di buona volontà per costruire una società per la famiglia e per creare condizioni giuridiche ed economiche favorevoli alla famiglia stessa. I vescovi esprimono la propria opposizione ai tentativi, e talvolta anche alle pressioni, tendenti alla parità delle cosiddette unioni civili con il matrimonio tra un uomo e una donna.

6. È stata adottata ed approvata una Lettera Pastorale per la Solennità di Cristo Re dell’Universo. In essa si ricorda la sostanza del messaggio biblico sul regno di Gesù Cristo, che richiede sempre di essere pienamente riconosciuto ed accolto.

7. La Settimana della Misericordia quest’anno viene celebrata nei giorni dal 7 al 14 ottobre con le parole “Chiesa casa della misericordia”, scuola cristiana di formazione del cuore, sottolinea la dimensione spirituale della carità, diventa occasione per testimoniare e condividere con gli altri i beni spirituali e materiali. In considerazione dei segnali della sempre più difficile situazione finanziaria di molte famiglie, i vescovi rivolgono un appello ad aiutare chi ne ha bisogno, in particolare attraverso la struttura della Caritas Polacca. I Pastori chiedono, che in ogni chiesa vi sia una cassetta fissa per le offerte destinate alla Caritas. I vescovi esprimono la loro gratitudine a tutti i fedeli, i donatori ed i volontari che sostengono la Caritas Polacca. L’anno scorso grazie alla generosità dei donatori, la Caritas Polacca ha finanziato una serie di progetti nel Paese e all’estero per un importo complessivo di 153 milioni zloty, tra cui gli aiuti per le vittime di Haiti e Sri Lanka.

8. Durante l’incontro è stato affrontato il tema della pastorale per i polacchi che vivono all’estero. I vescovi esprimono gratitudine a tutti coloro che operano nella pastorale dell’emigrazione polacca. Sperano che i polacchi che lasciano la Patria si impegnino nella pastorale della comunità polacca.

9. La Conferenza Episcopale Polacca attende una risposta da parte del Ministero della Pubblica Istruzione sull’emendamento al decreto relativo tra l’altro all’insegnamento della religione nelle scuole, che dovrebbe tornare al posto che gli compete nei programmi didattici.

10. I vescovi, in accordo con le opinioni precedentemente espresse sulla TV Trwam, ancora una volta rivendicano un giusto trattamento per le emittenti religiose, alla pari con le altre emittenti.

11. Durante l’Eucaristia nella Chiesa dedicata alla Divina Misericordia ed a Santa Faustina i vescovi hanno ringraziato Dio per i 30 anni di attività della casa dell’Episcopato Polacco a Varsavia.

Nell’Anno della Fede i vescovi invitano tutti i credenti alla meditazione della Parola di Dio ed all’approfondita lettura dei documenti del Concilio Vaticano II e del Catechismo della Chiesa Cattolica. All’inizio del nuovo anno accademico i vescovi rivolgono agli studenti ed ai docenti parole di cordiale saluto e l’invito a partecipare attivamente alla pastorale universitaria.

Impartiscono a tutti la benedizione pastorale.

Firmato da:

Pastori della Chiesa cattolica in Polonia

 

Varsavia, 3 ottobre 2012