Comunicato 361a Assemblea Plenaria della Conferenza Episcopale Polacca

06-03-2013

Varsavia, 6 marzo 2013

1304

Gli argomenti principali discussi durante l’assemblea plenaria della Conferenza Episcopale Polacca sono stati: il ringraziamento per il pontificato di Benedetto XVI, il documento sulla bioetica e i media al servizio della Chiesa in Polonia. L’assemblea si è tenuta nei giorni 5 e 6 marzo 2013 a Varsavia sotto la conduzione dell’arcivescovo Józef Michalik. Alla riunione hanno partecipato anche l’Arcivescovo Celestino Migliore, Nunzio Apostolico in Polonia e numerosi vescovi-ospiti provenienti da Bielorussia, Repubblica Ceca, Francia, Kazakistan, Lituania, Moldavia, Russia, Slovacchia, Ucraina e Ungheria.

1. La Conferenza Episcopale Polacca con fede e fiducia ha accolto la decisione di Benedetto XVI di rinunciare al ministero di successore di San Pietro, vedendo in essa l’espressione della responsabilità per la Chiesa e per il mondo. Nella Basilica Arcicattedrale di San Giovanni Battista i vescovi hanno celebrato una Santa Messa di ringraziamento per i quasi otto anni di ministero del Santo Padre. L’arcivescovo Józef Michalik nell’omelia ha ricordato le parole pronunciate da Benedetto XVI in occasione dell’ultima udienza: “Il Signore non ci abbandona mai e ci avvolge con il suo amore”. Con questo spirito i vescovi hanno pregato insieme al celebrante principale, l’Arcivescovo Celestino Migliore, ed ai fedeli per l’intenzione della scelta del nuovo papa.

2. La Conferenza ha preso atto della proposta di documento sulla bioetica relativo ai problemi normativi attualmente in discussione. Il progetto redatto dal Gruppo di Esperti della Conferenza Episcopale Polacca in materia di Bioetica, ha carattere pastorale. Affronta la bioetica della genetica, cioè l’inizio e la crescita della vita umana. È composto da quattro capitoli: i primi due riguardano il concepimento ed il bambino nella fase prenatale, i successivi due si riferiscono agli atteggiamenti: quello degli uomini di buona volontà e quello dei politici. Il documento verrà pubblicato nel periodo pasquale. I vescovi ringraziano gli scienziati ed i politici, che coraggiosamente proclamano la verità sul matrimonio e sulla famiglia, ed anche sulla santità della vita umana.

3. Nel corso della riunione i rappresentanti dei media al servizio della Chiesa in Polonia hanno presentato le attività dell’Ufficio Stampa della Conferenza Episcopale Polacca, dell’Agenzia Cattolica di Informazioni (KAI), della Fondazione “Opoka” e delle redazioni cattoliche della Radio e della Televisione Polacca. I vescovi hanno osservato, che la grande sfida di oggi è il processo di fusione dei mezzi di comunicazione sociale in un unico messaggio, soprattutto su internet. In una dichiarazione a parte i vescovi hanno espresso il loro appoggio al diritto della TV Trwam di essere presente nel multiplex digitale.

4. Ancora una volta la Conferenza Episcopale Polacca ha affrontato il tema della pastorale polacca per i migranti. I vescovi hanno espresso la loro gratitudine ai sacerdoti, alle suore ed ai laici, che si impegnano nella pastorale per il polacchi al di fuori dei confini del nostro paese ed alla presenza dei vescovi provenienti da diversi paesi europei hanno ringraziato per il sostegno alla pastorale in lingua polacca. Alla luce del numero significativo di emigrati polacchi, i vescovi hanno riconosciuto la necessità di un sostegno personale alla pastorale polacca e l’indispensabilità di una nuova evangelizzazione nelle comunità di polacchi che vivono all’estero.

5. I vescovi hanno espresso il loro sostegno all’iniziativa civica europea “Uno di noi”, finalizzata a condurre ad una completa cessazione dei finanziamenti tramite fondi dell’Unione europea dell’aborto e degli esperimenti sugli embrioni umani.

6. La Conferenza Episcopale Polacca ha preso atto delle iniziative del Gruppo per la Nuova Evangelizzazione. Nell’Anno della Fede sono previsti: il Forum Teologico per l’Evangelizzazione, la Scuola Nazionale per gli Evangelizzatori, e soprattutto il IIo Congresso per la Nuova Evangelizzazione con lo slogan “Svegliare il gigante – la nuova evangelizzazione in parrocchia”.

7. Con attenzione ad uno spazio adeguato all’insegnamento della religione nelle scuole e negli asili, la Conferenza Episcopale Polacca, ancora una volta ribadisce la necessità di un emendamento al regolamento Ministero della Pubblica Istruzione, relativo ai programmi didattici. Alla luce della crisi dell’educazione nella scuole polacca, non è possibile dimenticare, che il catechismo svolge un ruolo educativo importante nella scuola.

Aspettando con spirito di fede l’elezione del nuovo papa, i vescovi invitano tutti i fedeli alla preghiera per i cardinali elettori. Esprimono inoltre la loro gratitudine ai sacerdoti ed in particolare a coloro che conducono i ritiri spirituali ed ai confessori per il loro servizio durante la Quaresima.

Per una proficua preparazione alla Risurrezione del Signore i vescovi benedicono i fedeli – sia in patria che all’estero.

Firmato da: I Pastori della Chiesa cattolica polacca

 

Varsavia, 6 marzo 2013