(Polski) Dichiarazione dei Co-Presidenti dell’Équipe Bilaterale Cattolico-Ortodossa

05-11-2023
280

Sorry, this entry is only available in Polish. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

La decisione da parte ortodossa di sospendere la partecipazione ai lavori dell’Équipe Bilaterale Cattolico-Ortodossa è temporanea e non significa che la Chiesa Ortodossa Autocefala Polacca abbia interrotto il dialogo ecumenico con la Chiesa Cattolica Romana – si legge nel Comunicato dei Copresidenti dell’Équipe Bilaterale Cattolico-Ortodossa, firmata da S.E. Mons. Adam Bab, Vescovo Ausiliare dell’Arcidiocesi di Lublino e il Reverendissimo Arcivescovo Ortodosso di Lublino e Chełm, Abel. L’incontro dei Copresidenti si è svolto il 3 novembre scorso presso la sede della Curia Metropolitana dell’Arcidiocesi di Lublino.

Il messaggio è una risposta all’”errato funzionamento nello spazio mediatico che si allontana troppo nella ricezione e interpretazione del comunicato del Santo Sinodo dei Vescovi della Chiesa Ortodossa Autocefala Polacca (PAKP) del 24 ottobre scorso”.

Durante l’incontro dei Copresidenti dell’Équipe Bilaterale Cattolico-Ortodossa, sono state discusse questioni intraecclesiali di entrambe le Chiese, relative alla loro ecclesiologia e attività pastorale. Il Vescovo Adam Bab con l’Arcivescovo Abel (di Popława) nel loro comunicato, hanno sottolineato la necessità di attività congiunte di carità e preghiera per la pace in Ucraina.

Ufficio Stampa della Conferenza Episcopale Polacca

Pubblichiamo il testo integrale del Comunicato:

Comunicato dei Copresidenti
dell’Equipe Bilaterale Cattolico-Ortodossa

Il 3 novembre 2023, nella Curia Metropolitana dell’Arcidiocesi di Lublino si è tenuta una riunione dei Copresidenti dell’Équipe Bilaterale Cattolico-Ortodossa – Sua Eccellenza Mons. Adam Bab e Sua Eccellenza Abel, Arcivescovo Ortodosso di Lublino e Chełm. All’incontro ha partecipato anche Sua Eccellenza l’Arcivescovo Stanisław Budzik, Metropolita di Lublino.

L’Arcivescovo Abel – Copresidente del ramo della Chiesa Ortodossa Autocefala Polacca (di seguito PAKP) in relazione all’errato funzionamento nello spazio mediatico e che si allontana troppo nella ricezione e interpretazione del comunicato del Santo Consiglio dei Vescovi del PAKP del 24 ottobre scorso ha presentato e spiegato le ragioni della sospensione temporanea della partecipazione della parte ortodossa ai lavori della suddetta équipe. L’Arcivescovo Abel ha sottolineato che – come osservato nel Comunicato del Santo Concilio dei Vescovi – questa decisione è temporanea e ha affermato che non significa che il PAKP interromperà il dialogo ecumenico con la Chiesa Cattolica Romana. L’Arcivescovo Abel ha anche sottolineato che la cooperazione che si sviluppa a molti livelli sia in ambito nazionale che nelle singole parrocchie, è una prova tangibile che l'”essere una cosa sola” (Gv 17,21) dei fedeli di entrambe le Chiese, non è interrotta o limitata in alcun modo. Il vescovo Adam Bab ha dichiarato che la parte cattolica romana accoglie queste dichiarazioni con gioia e con la speranza di un’ulteriore cooperazione.

Nell’ulteriore parte dell’incontro, nello spirito dell’amore cristiano e del rispetto reciproco, i partecipanti hanno discusso le questioni intra-ecclesiali più delicate di entrambe le Chiese, relative alla loro ecclesiologia e attività pastorale. I Copresidenti hanno concordemente sottolineato di nuovo la necessità di attività caritative e di preghiera congiunte per la pace in Ucraina. Si sono inoltre impegnati a continuare un dialogo approfondito, l’apertura alla sensibilità ecclesiale di entrambe le parti e l’ulteriore lavoro sostanziale dell’Équipe Bilaterale Cattolico-Ortodossa.

Al termine della riunione, i Copresidenti hanno convenuto che la prossima riunione dell’Équipe avrà luogo il prima possibile.

BP ADAM BAB                                ARCIVESCOVO ABEL (di POPŁAWA)

(Tradotto dal polacco da M. Olmo / Ufficio per le Comunicazioni Estere della Conferenza Episcopale Polacca)