Czestochowa: 4 milioni e mezzo di pellegrini nel 2016

03-01-2017
673

L’immagine della Madonna 4 milioni di e mezzo di pellegrini hanno visitato nel 2016 il santuario di Jasna Gora, a Częstochowa, uno dei luoghi di culto mariani più importanti in Polonia e nel mondo. Lo riferisce l’ufficio stampa del santuario.

Secondo i dati raccolti dall’Ufficio Stampa, a Jasna Gora sono state celebrate più di 75mila messe e distribuite 2.724.000 comunioni. I confessori hanno trascorso in totale 35.750 ore nei confessionali con i pellegrini.

I fedeli che lo scorso anno hanno fatto tappa a Jasna Gora provenivano da 82 paesi del mondo, con una prevalenza dagli Stati Uniti, dalla Francia, dalla Spagna, dall’Italia e dal Giappone.

Nel 2016 a Jasna Gora sono stati effettuati 246 pellegrinaggi a piedi, con più di 122mila persone a seguito.

Il pellegrinaggio di quest’anno è stato un grande ringraziamento per il 1050° anniversario del Battesimo della Polonia, per la visita di papa Francesco e per il 25° anniversario della Giornata Mondiale della Gioventù a Jasna Gora e per GMG a Cracovia.

Il 2017 sarà invece l’anno del 300° anniversario dell’Incoronazione della Madonna di Czestochowa a Regina della Polonia.

L’immagine della Madonna Nera di Jasna Góra proviene molto probabilmente da Costantinopoli, da dove, attraversando la Russia, giunse in Polonia. La regalò ai padri paolini, il principe Władysław Opolczyk, che, nel 1382, fondò il loro monastero a Jasna Góra. Il cosiddetto “Diluvio Svedese”, ovvero l’invasione della Polonia da parte delle truppe scandinave nel XVII secolo si fermò proprio sotto le mura del santuario, che non venne mai espugnato.

L’ incoronazione dell’immagine mariana ha avuto luogo l’8 settembre 1717. La decisione dell’incoronazione fu approvata da Papa Clemente XI, che offrì anche le preziose corone. Il santuario fu scelto dal cardinale Stefan Wyszyński, Servo di Dio, come altare e confessionale della Polonia. Vi si recarono in pellegrinaggio i papi Giovanni Paolo II (1979, 1983, 1987, 1991, 1997, 1999), Benedetto XVI (2006) e papa Francesco (2016).

L’Atto della incoronazione della Madonna di Czestochowa fu presieduto dal vescovo di Chelmo, Krzysztof Szembek.

it.zenit.org