Comunicato 358a Assemblea Plenaria della Conferenza Episcopale Polacca

23-06-2012

Breslavia, 23 giugno 2012

1223

L’Anno della Fede, il Messaggio ai Popoli della Russia e della Polonia e lo spazio per l’insegnamento della religione nelle scuole sono stati i temi principali della 358a assemblea plenaria della Conferenza Episcopale Polacca, che si è tenuta dal 21 al 23 giugno 2012 a Breslavia. La riunione è stata presieduta dall’arcivescovo Józef Michalik, presidente della Conferenza. Ha preso parte all’assemblea il Nunzio Apostolico in Polonia, arcivescovo Celestino Migliore.

1. Il Santo Padre ha deciso che l’11 ottobre 2012 inizierà nella Chiesa l’Anno della Fede. Secondo l’intenzione di Benedetto XVI “ogni credente dovrebbe riscoprire i contenuti della fede professata, celebrata, vissuta e pregata, e riflettere sullo stesso atto con cui si crede” (Porta fidei, 9). Lo scorso ottobre, la Conferenza Episcopale Polacca ha istituito un Gruppo speciale per la Nuova Evangelizzazione. A cavallo tra luglio ed agosto è in programma il Congresso della Nuova Evangelizzazione a Kostrzyn nad Odrą. I vescovi invitano i giovani ad impegnarsi in iniziative di evangelizzazione legate all’Anno della Fede ed alla Giornata Mondiale della Gioventù a Rio de Janeiro nel 2013.

2. Da qualche anno è in corso un dialogo tra la Chiesa Ortodossa Russa e la Chiesa Cattolica in Polonia, il cui obiettivo è l’avvicinamento delle nostre Chiese e la riconciliazione dei popoli. A Varsavia il 17 agosto Cirillo I, patriarca di Mosca e di tutte le Russie e l’arcivescovo Józef Michalik, presidente della Conferenza Episcopale Polacca firmeranno insieme un Messaggio ai Popoli della Russia e della Polonia.

3. Ancora una volta oggetto di dibattito dei vescovi è stato il decreto del Ministro della Pubblica Istruzione sullo spazio tra l’altro per la religione e l’etica nell’insegnamento scolastico. La Conferenza Episcopale Polacca ancora una volta afferma l’indispensabilità di un rapida revisione del decreto. I chiarimenti dati ad oggi dal Ministero indirizzati agli enti locali, hanno solamente un carattere interpretativo del documento.

4. Il Gruppo per il Concordato ha presentato lo stato dei lavori riguardante la trasformazione del Fondo per la Chiesa. I vescovi hanno decisamente sostenuto la continuazione dei colloqui.

5. La Conferenza Episcopale ha ascoltato una relazione sull’andamento del VII Incontro Mondiale delle Famiglie a Milano, che si è svolto sul tema “La Famiglia: il lavoro e la festa”. Con particolare attenzione sono state messe in risalto le parole del Papa sulla presenza nella Chiesa di persone che vivono un’unione non sacramentale, che dovrebbero vedere e sentire l’amore della Chiesa. Ancora una volta, i vescovi hanno sottolineato che nella realtà odierna, la famiglia richiede una difesa costante contro le tentazioni derivanti da ambienti femministi e liberali. Una sfida è rappresentata inoltre dall’allarmante situazione demografica. I vescovi invitano credenti e non credenti, parlamentari e autorità locali, adulti e giovani a difendere la vita dal concepimento alla morte naturale. Le marce in difesa della vita siano una grande preghiera di tutta la nazione per il rispetto dei valori, sui quali la tradizione europea per migliaia di anni ha costruito la famiglia! Nella famiglia si sveglia la vita, l’uomo sviluppa e matura la fede e l’amore per la Patria. La famiglia è il fondamento di una società sana e richiede oggi un particolare sostegno, affinché possa continuare a svolgere le sue funzioni.

6. La Conferenza Episcopale Polacca ha ascoltato una relazione del 50° Congresso Eucaristico Internazionale a Dublino, che si è svolto nell’ambito del tema “L’Eucaristia: Comunione con Cristo e tra di noi”.

7. I vescovi hanno presso atto del contenuto della lettera congiunta dei presidenti dei consigli di amministrazione della Televisione Polacca e della Radio Polacca indirizzata al Presidente della Conferenza Episcopale Polacca. Condividono una comune preoccupazione per il destino dei media pubblici ed ancora una volta ricordano l’obbligo di pagare il canone radio-televisivo. Allo stesso tempo, invitano il governo ad elaborare soluzioni giuridiche, che garantiscano la missione di servizio pubblico della televisione e della radio per il bene di tutti i destinatari. I vescovi esortano a trattare i media cattolici alla pari con gli altri nel processo di concessione e ad assegnare uno spazio a TV Trwam nel multiplex digitale.

8.  Il Presidente della Conferenza Episcopale Polacca ha sottolineato l’importanza della visita di alcuni giorni in Polonia del card. Tarcisio Bertone. Nella Pontificia Università Giovanni Paolo II a Cracovia, il Segretario di Stato della Santa Sede ha ricevuto una laurea ad honoris causa, a Bydgoszcz ha aperto il Centro Studi Ratzinger, a Łódź e Danzica ha condotto delle celebrazioni liturgiche.

9. L’assemblea plenaria dei vescovi ha concluso le celebrazioni liturgiche del cinquantesimo di sacerdozio dell’Arcivescovo Metropolita di Breslavia Marian Gołębiewski. La Santa Messa giubilare è stata celebrata nella cattedrale di Breslavia.

Per la fine dell’anno scolastico i vescovi esprimono il loro ringraziamento ai genitori, agli insegnanti, ai catechisti ed ai religiosi per l’impegno nell’istruzione e nell’educazione di bambini e giovani. Benedicono i contadini per il periodo del raccolto, ed i pellegrini in pellegrinaggio dalla Nostra Signora di Jasna Góra, alla quale raccomandano il bene della Chiesa e della nazione. Augurano a tutti un buono e sereno riposo durante le vacanze.

Firmato da: I Pastori della Chiesa cattolica in Polonia

Breslavia, 23 giugno 2012

 

per conformità:

Vescovo Wojciech Polak

Segretario Generale della

Conferenza Episcopale Polacca