Comunicazione del Presidente della Conferenza Episcopale Polacca in seguito ad un’ulteriore riduzione del numero di partecipanti alle assemblee – 24 marzo 2020

28-03-2020
448

A causa dell’epidemia di coronavirus, le autorità statali hanno deciso che non più di 5 persone contemporaneamente possono partecipare alla Santa Messa o a qualsiasi altro rito religioso, senza contare le perone che svolgono il ministero (cfr. www.gov.pl). Tenendo presente la salute e la vita di tutti i polacchi, chiedo di tenerne conto nel contesto delle prossime celebrazioni, compresa la liturgia della Settimana Santa.

Allo stesso tempo, incoraggio ancora una volta tutti i fedeli a unirsi in preghiera alla comunità della Chiesa attraverso la trasmissione nei mezzi di comunicazione sociale.

Confidiamo che grazie alla preghiera e all’impegno di tutti noi, potremo nuovamente godere al più presto di una celebrazione comune nelle nostre chiese.

Affidando ancora una volta al Signore la nostra Patria e tutti i polacchi in patria e all’estero, ho chiesto al Cardinale Manuel José Macário a Nascimento Clemente, Presidente della Conferenza Episcopale del Portogallo, di includere la Chiesa in Polonia nell’atto di affidamento che si terrà al Santuario della Madonna di Fatima il 25 marzo 2020.

In questo momento così difficile, abbraccio tutti con la mia preghiera, specialmente gli anziani, i malati e le persone sole. Allo stesso tempo, incoraggio tutti a compiere azioni misericordiose in solidarietà con i bisognosi.

Con la benedizione pastorale,

+ Stanisław Gądecki

Arcivescovo Metropolita di Poznan

Presidente della Conferenza Episcopale Polacca

Vicepresidente del Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE)

Varsavia, il 24 marzo 2020