L’arcivescovo Salvatore Pennacchio è Nunzio Apostolico in Polonia. Il 16 maggio durante la Santa Messa per i superiori maggiori degli ordini religiosi maschili in Polonia nella Cappella della miracolosa immagine della Madonna di Jasna Gora ha riflettuto sul problema dell’unità con il Papa.

Nei giorni 16-17 maggio presso il Santuario Nazionale di Jasna Góra in Częstochowa si sta svolgendo la 138°  riunione plenaria della Conferenza dei Superiori Maggiori delle Congregazioni maschili in Polonia.

“Dovete stare stretti e vicini al Papa! Perché se voi non sarete vicini al Papa, allora chi  lo sara’? Papa  Francesco è un religioso e spesso agisce come un monaco. Voi potete capire. I monaci devono rimanere con il Papa con tutto il cuore, soprattutto nel corso della missione. Dovete essere la chiave di volta per l’unità nella Chiesa. Bisogna essere responsabili in amore” – ha detto il nunzio apostolico in Polonia.

Durante l’omelia arcivescovo Pennacchio ha ricordato che “dai testi biblici scorre oggi un pensiero – l’unità”.

“Già negli inizi della Chiesa le divisioni erano anti-testimonianza nella missione di proclamare la Buona Novella. San Paolo  cercando di risolvere questo problema, si appella alla suprema autorità: la Croce di Cristo, che ha  il potere di combattere tutte le divisioni” – ha continuato l’Arcivescovo.

“La crisi della vita spirituale della Chiesa di solito sempre inizia con il declino degli ordini religiosi. Quando i religiosi cessano di essere intrisi di una profonda vita spirituale, la crisi si sente in tutta la Chiesa.  Al contrario, lo sviluppo della vostra vita spirituale può far rifiorire la Chiesa” – ha detto mons. Pennnacchio ed ha aggiunto: “Per progredire nella vita spirituale, bisogna amare e praticare saggezza e prudenza”.

“Che la Madonna Mater Dolorosa, modello di umiltà e discernimento, vi aiuti ogni giorno ad essere fedeli alla croce di Cristo ed essere i  testimoni gioiosi del Risorto” – ha sottolineato il nunzio apostolico in Polonia.

Fondata nel 1947, la Conferenza dei Superiori Maggiori delle Congregazioni religiosi maschili festeggia 70 anni della sua esistenza. Si compone di 77 superiori, che rappresentano i 64 istituti di vita consacrata con circa i  12.000. religiosi, dei quali quasi 3.300 lavorano in 91 paesi in tutto il mondo.

Vedi materiale di TV Niedziela su http://tv.niedziela.pl/film/1906/Trzymajcie-z-Papiezem-mocno e anche http://tv.niedziela.pl/film/1907/Ich-pasjajest-poszukiwanie-dobra

PODZIEL SIĘ